Alla scoperta del Carnevale di Fano, il più antico d’Italia!

Visite guidate per bambini per scoprire tutti i segreti del Carnevale più antico d’Italia!

Vulon (carro) - Marche4Kids

Un nuovo Carnevale quello di Fano. E quando diciamo nuovo intendiamo il primo in Italia, non più solo per essere il più antico d’Italia – pensate che la prima edizione risale al 1347 – ma per dare grande importanza alla funzione educativa della storia e della tradizione, oltre a quella ludica che da sempre caratterizza tale evento.

Tra le iniziative rivolte ai bambini, le interessanti visite guidate (e gratuite) dall’attore Filippo Tranquilli che interpreta, nelle sue performance teatrali di strada, il personaggio storico del Carnevale di Fano, il “Vulon”. Guiderà grandi e bambini alla scoperta della storia del Carnevale più antico d’Italia, raccontando con simpatia le curiosità che lo contraddistingue e svelando, insieme ai Mastri Carristi, alcuni dei segreti della realizzazione dei grandi Carri che animano le sfilate del pomeriggio.

Vulon - Marche4Kids

Ad esempio, sapete da dove nasce il termine “Vulon”?

La sua origine risale addirittura al periodo dell’occupazione francese della città, quando tutti i proclami degli occupanti iniziavano con le parole francesi “Nous vuolons”. Da quel momento, la tradizione popolare usa questa parola per indicare il gradasso, colui chi si vanta di qualità non veritiere; la tradizione carnevalesca rivolge verso tale personaggio la critica satirica tipica dello spirito del Carnevale. Per il 2017, ad esempio, il Vuoln è raffigurato in un carro di seconda categoria – anche detto il Pupo – da “El Selfie”, personaggio emblematico della società 2.0.

Verrà bruciato il Martedì Grasso come chiusura del Carnevale, nella simbologia che conduce al periodo della Quaresima e dell’umiltà.

Volete conoscere altri segreti? Filippo Tranquilli, alias ”El Vulon”, sarà felice di condividerli con voi!
Appuntamento alle ore 10.00 presso Borgo Cavour, tutte le Domeniche di Carnevale (19 e 26 febbraio).

Maggiori informazioni qui: Carnevale di Fano

Testo e foto a cura di ©Filippo Borioni