Il mulino di Piedicava ad Acquasanta Terme ed il mugnaio Ernesto

Ad Acquasanta Terme, nella piccola frazione di Piedicava, è possibile fare un salto nel tempo tra antiche case e un mulino quasi perfettamente funzionante: su richiesta e nei fine settimana Ernesto Angelini, custode del luogo, vi spiegherà la bellissima storia di questo antico edificio.

Foto di ©I luoghi del silenzio

Foto di ©I luoghi del silenzio

Per raggiungere il mulino bisogna chiamare il signor Ernesto e chiedere la possibilità di una visita, attrezzarsi con scarpe comode preferibilmente da trekking, fare una discesa un po’ ripida e raggiungere il mulino.

Il numero di Ernesto Angelini:  339-6675597

(Ernesto è anche referente dell’AIAMS l’Associazione italiana Amici dei Mulini Storici)

ATTENZIONE: se andate solo per una passeggiata non vi sarà possibile entrare da soli.

Aggiornamento post sisma 2016: a causa degli eventi sismici il mulino è ancora inagibile ma seguendo la pagina Facebook potete sempre essere aggiornati sugli eventi che qui vengono organizzati!

Oltre al mulino la visita è resa interessante dalla vecchia casa del mugnaio, rimasta intatta con l’arredo e gli utensili di una casa di campagna di una volta, tutto vi verrà spiegato con passione proprio da Ernesto, che qui è nato e ha imparato il mestiere dal papà Guido. Oggi il mulino funziona ancora ma solo per le scuole e i visitatori, una visita qui insegnerà ai vostri ragazzi la macinatura e l’uso del torrente come forza “naturale”.

mulino piedicava mulino piedicava

COME ARRIVARE: uscita “Paggese – S. Maria – Centrale”, percorrete la vecchia statale salaria, in direzione “Centrale”, dopo poche centinaia di metri, dopo i vari cantieri di travertino girare a destra seguendo l’indicazione “Piedicava – Torre S. Lucia”, al successivo incrocio, dopo il cavalcavia girare a sinistra, proseguendo sempre dritto si arriva a Torre S. Lucia, attraversato l’abitato, si prosegue dritto fino a Piedicava, da qui a piedi verso il “mulino ad acqua”.

Vai alla pagina Facebook dell’Antico Mulino Angelini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + undici =