Dormire in un castello nelle Marche

Dormire come in una favola, in uno dei tanti castelli delle Marche, è possibile! La regione è ricca di castelli arroccati sulle colline o immersi nel verde delle campagne. Alcuni di questi castelli sono stati splendidamente restaurati e possono ospitare tutta la famiglia.

Per le loro caratteristiche queste residenze storiche offrono sono vacanze che, ovviamente, hanno un costo più elevato rispetto ad altre strutture comunque bellissime delle Marche: non per questo però dobbiamo smettere di sognare.

Pesaro Urbino

Castello di Naro

Dormire immersi nella storia, vivere la vita e le gesta di Filippa Siccardi che difese questo luogo contro il potere di Cagli nel XIII secolo.

Sito web

Castello di Naro

Castello di Granarola

Granarola viene indicato la prima volta come castrum nel 998 d.C. Il castello era degli arcivescovi di Ravenna da più di cento anni. Una pergamena del 1192 descrive il castello gia’ circondato da una cinta muraria. 

Sito web

Castello di Granarola

Ancona

Castello di Monterado

Conduzione familiare per il castello di Monterado, una storia antica legata al territorio e un progetto disegnato dal grande Luigi Vanvitelli.

Sito web

Castello di Monterado

Fortino napoleonico

Affacciato sul mare, il nome fortino ci fa subito intuire il suo scopo difensivo: costruito nel 1810 doveva proteggere l’accesso dal mare dalle flotte inglesi.

Sito web

Fortino napoleonico

Ascoli Piceno

Castel di Luco

Nonostante sia ancora chiuso per lavori post sisma, vogliamo segnalarvi Castel di Luco per segnarlo in agenda e tornare qui non appena si potrà. Dotato di una forma circolare e immerso nel verde intorno ad Ascoli Piceno, ha una storia antichissima.

Sito web

Castel di Luco

Fermo

Villa de Castelletta

Immersa nelle campagne fermane, si chiama villa ma è davvero un castello!

Sito web

Villa de Castelletta

Esistono altri castelli nelle Marche in questo momento chiusi per restauro post sisma, ma l’articolo è in continuo aggiornamento!

Preparatevi a sognare in un castello!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − quattro =