Il social tour #IlikeMarche – Il Conero, la Santa Casa di Loreto e Camerano

Una giornata freddissima con molto vento non ha fatto desistere i “valorosi” bloggers e instagramers (tedeschi e marchigiani), che, grazie all’organizzazione della Confcommercio Marche Centrali in collaborazione con l’Associazione Riviera del Conero e con il sostegno della Regione Marche, hanno esplorato alcuni tra i luoghi più suggestivi del nord delle Marche.

Non si poteva non cominciare dal Conero, che anche d’inverno affascina e stupisce, per poi proseguire verso un aperitivo a Sirolo, un giro spirituale nella Santa casa di Loreto, un brodetto “meno spirituale” a Porto Recanati ed infine le Grotte di Camerano.

conero

portonovo

In questo post mi vorrei soprattutto soffermare sulla basilica di Loreto, dove anche i non cattolici dovrebbero fermarsi a respirare, dove anche il più cieco dei visitatori non può non rimanere stupito dalla piccola casa profumata di fiori che è al suo interno, custodita in un bellissimo simulacro bianco. Le pietre di questa casupola sembrano essere, ormai quasi certamente, le pietre della casa dove visse Maria, trasportate forse nel 1294 dalla famiglia degli “Angeli” che regnava sull’Epiro, in Italia.

Loreto

Interno della Basilica di Loreto

Interno della Basilica di Loreto

Interno della Santa Casa di Loreto

Interno della Santa Casa di Loreto

La devozione che qui si respira è fortissima, le pietre della casa, lisce e consumate dal tempo e da migliaia di mani che le hanno toccate, trasmettono una grandissima forza a chiunque entri tra queste mura. Le pareti originali sono solo tre, perché la casa di Maria terminava in una grotta, mentre il soffitto è stato ricostruito e decorato nel corso degli anni da artisti diversi.

Il grande involucro che custodisce la casa come uno scrigno ha inoltre un’altra particolarità: intorno ad esso, centinaia di persone inginocchiate lo hanno percorso lungo il suo perimetro, lasciando il segno inconfondibile sul marmo bianco. Tutt’oggi è possibile incontrare qualche persona che compie il gesto in segno di penitenza.

loreto

Portare i bambini qui potrebbe essere una bella esperienza, anche se non siete particolarmente devoti, potreste raccontare delle bellissime storie, come quella della leggenda che dei “veri” angeli abbiano trasportato in volo la Santa Casa o semplicemente soffermarvi sui magnifici affreschi e tempere dai colori vivacissimi che decorano la Basilica.

melozzo da fORLì

Melozzo da Forlì, Sagrestia di San Marco.

Per maggiori informazioni sulla Santa Casa di Loreto potete cliccare sul sito www.santuarioloreto.it

Se avete curiosità su Portonovo o sulle Grotte di Camerano, potete leggere i nostri articoli qui:

Portonovo, il mare e la chiesa di Santa Maria

Grotte di Camerano