Museo della calzatura e Torre Gerosolimitana di Sant’Elpidio a Mare

In un paese gradevole come Sant’Elpidio a Mare, patria del manifatturiero e delle calzature, non potete perdervi il carinissimo “Museo della calzatura” Cavalier Vincenzo Andolfi, che con la sua preziosa collezione di scarpe di tutte le fatture provenienti da tutto il mondo ci ha riempito di stupore! Ci sono le scarpette giapponesi minuscole perché la bellezza di una donna si misurava anche dalla minutezza del suo piede, scarpe povere o scarpe con le punte acuminate per cercare castagne…

Museo della calzatura Cav Vincenzo Andolfi

Museo della calzatura Cav Vincenzo Andolfi

Piccolissime scarpe orientali

Le scarpe orientali

Potete poi trovare le scarpe delle dame del ‘700, i calcei romani e le scarpe dello stilista Deodato altissime e coloratissime.

DOVE SI TROVA IL MUSEO

Il museo é accessibile da corso Baccio e si trova al secondo piano del palazzo, senza ascensore quindi il passeggino va portato su a mano ma si tratta di una sola rampa di scale.

COME VISITARE IL MUSEO

visite ad orari cadenzati
Orari di apertura:
dal 1 aprile al 31 ottobre (visite guidate con partenza da ufficio turistico)
martedì 11,00-12,00
mercoledì-domenica 11,00-12,00/16,30-17,30-18,30
festivi 16,30-17,30-18,30
dal 1 novembre al 06 gennaio
mercoledì, giovedì venerdì 11,00-12,00
sabato, domenica e festivi 16,00-17,00-18,00
dal 07 gennaio al 31 marzo
apertura su prenotazione

– partenza dall’Ufficio Turistico (L.go Fratalocchi, 5 – vicino Porta Romana)

Le scarpe di Deodato

Le scarpe di Deodato

20140407-150928.jpg

TORRE GEROSOLIMITANA

NOTA BENE: TEMPORANEAMENTE NON ACCESSIBILE

Uscendo dal museo e proseguendo sul corso pochi metri dopo vi troverete davanti ad una bellissima torre civica detta Torre Gerosolimitana alta 30 metri per 160 gradini! Da lassù si gode di un bellissimo panorama e non solo, l’aspetto medioevale della torre é praticamente intatto quindi salire fin lassù non è possibile con bambini molto piccoli a meno che non li portiate in braccio! La torre nasconde anche un significato mistico perché salire i suoi gradini significava un tempo salire fino Dio e le feritoie che facevano passare la luce aiutavano nella salita, ma scendere significa tornare verso il peccato terreno quindi il corpo copre le feritori ed il percorso diventava più difficile! Oggi c’è la luce elettrica! Per salire quassù il biglietto si fa all’ufficio turistico situato all’ingresso del paese.

20140407-151757.jpg

Torre Gerosolimitana

Torre Gerosolimitana

SeMusei Sant’Elpidio a Mare, Corso Baccio.

Museo della calzatura