Una passeggiata ad Urbino e alla Galleria Nazionale delle Marche

Urbino è una città unica in cui passare una giornata soprattutto nel bellissimo Palazzo Ducale di Federico da Montefeltro che in cima a questo cocuzzolo aveva edificato il suo “regno”.

Siamo tornati ad Urbino in occasione del World Wide Instameet della community Instagram nel mondo, organizzata dai ragazzi di IgersPu abbiamo passato una bellissima giornata, scattando foto e girando la città tra i colori del BioFestival che ogni anno si svolge qui.

Urbino

La vista di Urbino nei pressi della fortezza Albornoz

Come muoversi con i bambini

Passeggiare qui con un passeggino non è molto agevole se si comincia a salire su per i vicoli della città, mi sento di consigliare una fascia o il marsupio per poter trasportare più agevolmente i più piccoli.

La fortezza Albornoz e il parco

Arrivati in cima alla fortezza Albornoz, che si raggiunge seguendo le indicazioni che trovate in città, troverete un bellissimo e ampio parco pubblico  non accessibile alle auto dove i bambini potranno tranquillamente correre e giocare nel piccolo ma grazioso parco giochi.

La fortezza Albornoz

La fortezza Albornoz

Scendendo dalla fortezza potete farlo anche dal versante che passa in mezzo ad un boschetto, arriverete in centro comunque ma il passaggio iniziale è come un piccolo sentiero di montagna quindi attenzione con i più piccoli: noi siamo passati da qui e questa è la vista che si è presentata ai nostri occhi!

Palazzo ducale

Palazzo ducale

Il palazzo ducale e la Galleria Nazionale delle Marche

Il bellissimo Palazzo ducale, oggi sede della Galleria Nazionale delle Marche, fu costruito tra il 1454 e il 1482 per volere di Federico da Montefeltro che unì i due antichi palazzi ducali. Si entra al palazzo da piazza Duca Federico, il percorso è abbastanza lungo potrebbe stancare i piccoli: organizzatevi con qualche racconto sulla vita del duca e della sua famiglia, potete per esempio soffermarvi davanti al suo ritratto e raccontare come lui abbia sempre scelto di essere rappresentato di profilo a causa di un incidente in un torneo che gli ruppe il naso. Gli spazi sono davvero molto ampi, i camini grandissimi e i dipinti esposti davvero suggestivi: troverete Piero della Francesca, Raffaello e Federico Barocci per citarne alcuni.

In una delle prime stanze è allestita l’alcova del duca, una piccola struttura al cui interno era collocato il letto di Federico.

L'alcova di Federico da Montefeltro

L’alcova di Federico da Montefeltro

galleria nazionale delle marche

“La flagellazione di Cristo”, Piero della Francesca

IMG_0298

Un momento della visita visto da Matilde!

Non potete perdervi il famoso studiolo del Duca, realizzato con la tecnica del trompe l’oil in tarsie lignee, dove sono esposti i ritratti degli uomini illustri di cui si era circondato il padrone di casa: con i bambini potrete giocare alla caccia agli oggetti, ce ne sono moltissimi e anche tanti vispi animaletti nascosti.

Lo studiolo del duca

Lo studiolo del duca

Come arrivare

Urbino e il centro si visitano bene in una giornata, ci sono molti parcheggi per lasciare l’auto, anche coperti con ascensori che vi aiuteranno a salire fino al centro storico.

http://www.palazzoducaleurbino.it